Introduzione

Mi sono approcciato alla costruzione delle chitarre con corde in metallo dopo la maturazione del mio progetto classico. Fondamentalmente il principio è lo stesso della costruzione di una chitarra classica, ma tenendo conto di alcune varianti, come possono essere il carico maggiore, la maggiore rigidità ed elasticità e il minor fuso rispetto ad una corda in nylon quando viene pizzicata. Per quanto possa sembrare strano, per progettare uno strumento si parte dalla corda.

Tavola armonica Abete rosso italiano / abete Sitka
Fondo e fasce Limba / noce / pero / palissandro
Manico Mogano kaya
Tastiera e ponte Ebano africano a poro chiuso
Incatenatura Piramidale con rinforzi strutturali in fibra di carbonio
Numero tasti e radius 20 / 14 pollici
Truss rod A doppia azione in acciao inox
Diapason 640 mm
Misura tastiera I tasto 45 mm – XII tasto 55 mm
Spessore manico I tasto 20 mm – X tasto 22 mm
Attacco manico XIV tasto
Lunghezza cassa 480 mm
Altezza cassa zocchetto inferiore 114 mm
Altezza cassa attaccatura manico 84 mm
Diametro buca 172 X 55 mm
Verniciatura Vernice ad olio polimerizzato satinata

La Gran Concerto EV14 è una chitarra che ho progettato per spezzare gli schemi del design tradizionale, funzionale sia all’estetica che alla tecnica dello strumento. Il taglio e la grandezza della cassa sono stati concepiti per garantire al chitarrista la massima ergonomia, grazie alla generosa e posteriormente modellata spalla mancante che permette alla mano sinistra di compiere i fraseggi più complessi nella zona alta della tastiera senza nessuna difficoltà. La comodità del braccio destro è data dal bordo superiore smussato della cassa che si fonde perfettamente col taglio della chitarra.

La grande buca ellittica inclinata a 30 gradi dalla parte dei bassi, permette di avere più superficie vibrante nella “pancia” della chitarra: questo conferisce allo strumento più volume e sostegno sonoro.

Il disegno della paletta vuole ricordare una punta di freccia sia per slanciare tutto lo strumento, sia per fare in modo che le corde seguano un percorso più rettilineo possibile dalle meccaniche all’attacco al ponte, a benefico dell’accordatura dello strumento, anche dopo bendings estremi.

La tastiera da 24 tasti (due ottave complete) con un radius 14 pollici permette sessioni di suono molto lunghe, senza avvertire stanchezza, grazie anche alla forma a C schiacciata del manico che dà un’ottima scorrevolezza al pollice. Per il tema della rosetta ho voluto sfruttare la forma ellittica della buca intarsiando dei pianeti che orbitano intorno ad essa.

La verniciatura di uno strumento è sempre un’operazione delicata e deve essere appropriata al modello, per questo alla Gran Concerto EV14 ho voluto dare una finitura satinata che lascia esprimere la naturale bellezza della trama del legno.

La Gran Concerto EV14 è stata concepita soprattutto per utilizzo fingerpicking, grazie alla sua estrema polifonia e ricchezza timbrica. Tuttavia trova impiego anche nell’accompagnamento.

GALLERIA

Tutti i dettagli

TORNA SU